DENTISTA.NAME


PREVENZIONE DELLE INFEZIONI IN ODONTOIATRIA. (DECONTAMINAZIONE)

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

Lo strumentario infetto va allontanato dalla zona operativa con particolare cautela e avviato alla zona deputata alla
sterilizzazione. La decontaminazione va effettuata prima di qualsiasi manipolazione e prevede il trattamento di ferri, strumenti chirurgici e apparecchiature varie con un biocida di convalidata efficacia, per ridurre la possibilita di trasmissione di HIV, HBV, HCV e altri microrganismi patogeni. Il biocida deve essere virucida (virus
lipofili e virus nudi) e tubercolicida. Non deve arrecare danni a quanto sottoposto a trattamento. E necessario rispettare i tempi di esposizione e le concentrazioni. Occorre prestare attenzione ai tempi e alle modalita di disattivazione del prodotto. Non si devono mai utilizzare soluzioni intorbidite. I biocidi non devono risultare tossici per gli operatori e/o per l’ambiente (le schede tecniche e di sicurezza devono essere redatte nella lingua nazionale). Non tutti i biocidi in commercio risultano efficaci ed esenti da effetti collaterali; alcuni non presentano praticita d’uso.  Non sono noti casi di resistenze microbiche
“acquisite” ai biocidi; e stato documentato un solo caso
dubbio di resistenza all’acido peracetico, ma rimangono interrogativi riguardo alla possibilita che le concentrazioni non fossero efficaci o che la resistenza fosse congenita.
Un utilizzo inappropriato e temibile. Il trattamento dello strumentario e spesso affidato, infatti, a personale non adeguatamente formato e istruito. Occorre sostituire frequentemente le soluzioni, in quanto limitate quantita di sostanze organiche possono inattivarle; non bisogna impiegare detergenti e enzimi “da soli”.
A tutela della salute degli operatori, potrebbe essere utile sottoporre lo strumentario a preventivo trattamento in autoclave prima delle procedure di lavaggio e disassemblaggio (e gia consuetudine in alcune strutture pubbliche italiane).