DENTISTA.NAME


L'OSTEOMA CENTRALE DELLA MANDIBOLA

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

Gli <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?tipologia=articoli&id=914">osteomi</a> sono neoplasie osteogeniche benigne
relativamente rare, caratterizzate dalla proliferazione
di tessuto osseo compatto e/o spongioso. Gli osteomi possono essere di tipo periferico (periostale) o centrale (endostale). Gli <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?tipologia=articoli&id=914">osteomi</a> periferici sono masse adese alla superfi cie corticale esterna, mentre le lesioni centrali derivano dalla superficie ossea endostale. Solitamente, gli osteomi multipli dei mascellari sono caratteristici della sindrome di Gardner (poliposi adenomatosa familiare),
mentre i casi non sindromici sono generalmente solitari. Una revisione della letteratura identifica 91 casi ben documentati di osteoma solitario dei mascellari a partire dal 1955. Il 93,4% dei casi riscontrati è costituito da osteomi periferici, mentre i casi di neoplasia endostale sono solo il 6,6%; è stato quindi rilevato un rapporto di 14:1 a favore degli osteomi periferici, con un maggior riscontro a livello dell’arcata inferiore con frequente interessamento del condilo. Gli osteomi centrali sono quindi lesioni molto rare, con soli sei casi segnalati dal 1955. Dei casi esaminati, il 30% ha avuto reperto a livello del mascellare superiore e il 70% nella mandibola. Gli osteomi periferici sono caratterizzati da una conformazione anatomica a forma di
“fungo” e radiopacità, l’osteoma centrale pone un problematica diagnostica più impegnativa in quanto deve essere differenziato da altre lesioni simili dei mascellari, come osteosclerosi idiopatica, fibroma ossifi cante centrale ( central ossifying fibroma, COF), cementoblastoma centrale, odontoma, displasia focale cemento-ossea e osteoblastoma.