DENTISTA.NAME


LE LINEE GUIDA SPECIFICHE IN ORTODONZIA

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

Il canino superiore è secondo solo al terzo molare inferiore per frequenza di inclusione, con un’incidenza dell’1-2% sulla popolazione generale. Nella maggiore parte dei casi il canino superiore ectopico erompe in sede palatale. Il normale processo eruttivo del canino superiore lo rende palpabile in sede vestibolare tra i 10 e gli 11 anni di età. Canini erotti approssimativamente dopo 12,3 anni nelle femmine e 13,1 anni nei maschi devono essere considerati tardivi. Il principale rischio dell’ectopia del canino superiore è il riassorbimento radicolare degli elementi adiacenti, principalmente gli incisivi. Dopo aver confermato la posizione dell’elemento ectopico con esame radiografico endorale, esistono diverse opzioni di trattamento. Estrazione del canino deciduo: il paziente dovrebbe avere un’età compresa tra 10 e 13 anni, un ridotto o assente affollamento e deve essere valutata dal clinico la necessità di mantenere lo spazio del canino deciduo estratto. Se 12 mesi dopo l’estrazione non è presente un miglioramento rilevabile all’esame radiografico, è preferibile considerare trattamenti alternativi (Scottish Intercollegiate Guideline
Network, SIGN Grade A). Occorre tener presente che più l’età procede, maggiori sono le probabilità di anchilosi del canino incluso. Esposizione chirurgica e trazione ortodontica: questa opzione va considerata in caso non sia indicata l’estrazione del deciduo e il momento ideale per questo genere di trattamento è l’adolescenza (SIGN Grade C). Avulsione chirurgica del canino permanente ectopico: viene presa in considerazione quando l’estetica dentale è accettabile e il paziente si ritiene soddisfatto o rifiuta altri tipi di trattamento. Altre indicazioni sono una malposizione severa del canino, la presenza di forte riassorbimento
radicolare degli incisivi e l’impossibilità di eseguire l’allineamento ortodontico a causa del canino ectopico.
Deve inoltre essere considerata la possibilità di chiusura dello spazio, se presente, ai fini di mesializzare il primo premolare che simulerà il canino mancante (SIGN Grade C). Trapianto: viene considerato in caso di malposizioni severe o quando un trattamento ortodontico sia inaccettabile per il paziente. Il trattamento è comunque gravato da alte probabilità di forte riassorbimento radicolare dell’elemento trapiantato (SIGN Grade B). Nessun trattamento attivo: nel caso in cui il paziente sia pienamente soddisfatto della propria estetica dentale
e non vi sia presenza di riassorbimenti radicolari o altre patologie (SIGN Grade C).