DENTISTA.NAME


L'ANALISI DELLA TC E DELLA CONE BEAM E INDICAZIONI CLINICHE (PARTE PRIMA)

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

In questo articolo approfondiamo la tematica delle immagini <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?id_cat=15&tipologia=tecniche&id=2557&categoria=RADIOLOGIA">TC</a>.
La fase diagnostica in ortodonzia è necessaria per sviluppare un piano di trattamento accurato e completo. 
L’esame anamnestico e clinico resta sempre il primo step diagnostico per richiedere esami strumentali mirati. 
Gli esami strumentali di routine in campo ortodontico sono la radiografi a ortopanoramica e la teleradiografia del cranio in proiezione latero-laterale e, come approfondimento diagnostico nei casi di asimmetria scheletrica, la radiografi a postero-anteriore. 
Queste radiografi e forniscono il dettaglio bidimensionale delle strutture ossee maxillo-mandibolari e dentali. 
Dagli anni ’90 si è cominciato a utilizzare scansioni provenienti da esami tomografi ci per lo studio tridimensionale delle ossa maxillo-facciali. 
Gli studi di Jacobson e di Swennen et al. hanno fornito la base concettuale per eseguire un’<a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?id_cat=5&tipologia=tecniche&id=1164&categoria=ORTODONZIA">analisi cefalometrica 3D</a> che utilizzi come supporto tecnico un software dedicato. 
Le immagini <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?id_cat=15&tipologia=tecniche&id=2557&categoria=RADIOLOGIA">TC</a> di prima generazione fornivano immagini provenienti dai piani assiale, coronale e sagittale. 
Negli ultimi anni le ricostruzioni volumetriche delle immagini <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?id_cat=15&tipologia=tecniche&id=2557&categoria=RADIOLOGIA">TC</a> provenienti dai tre piani dello spazio sono divenute altamente affidabili grazie all’elaborazione con software di lavoro sempre più accurati e maneggevoli per il clinico. 
Le nuove indagini radiografi che permettono la costruzione di modelli anatomici in 3D il cui grado di precisione e accuratezza è attualmente provato e scientificamente validato.
Oggigiorno utilizzate in campo medico-diagnostico, le ricostruzioni provenienti da DICOM (Digital Imaging and Communications in Medicine) vengono adottate in campo ortodontico, implantologico e maxillo-facciale.
Con le immagini <a href="http://www.odontoiatra.it/public/dettaglio.php?id_cat=15&tipologia=tecniche&id=2557&categoria=RADIOLOGIA">TC</a>, l’obiettivo è di ottenere fasi diagnostiche accurate e di poter progettare e simulare gli interventi chirurgici in implantologia e chirurgia maxillo-facciale.