DENTISTA.NAME


GLI EFFETTI DELLA LOW-LEVEL LASER THERAPY (LLLT)

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

Le reazioni fotochimiche alla base della Low-Level Laser Therapy (LLLT)  possono definire

tre differenti effetti clinici, ossia la stimolazione della guarigione,

l’azione antinfiammatoria e quella antidolorifica. Stimolazione della guarigione delle ferite.

Studi in vitro e in vivo nell’animale e nell’uomo hanno dimostrato

l’efficacia della Low-Level Laser Therapy (LLLT) nel promuovere effetti fisiologici quali la

sintesi del DNA, la neoangiogenesi, la proliferazione di cheratinociti,

fibroblasti e cellule endoteliali, la sintesi e deposizione di collagene, l’attivazione dei macrofagi, la rivascolarizzazione e la contrazione della ferita. Effetto antinfiammatorio

La Low-Level Laser Therapy (LLLT) è in grado di aumentare l’attività di macrofagi e neutrofili

con una modalità specifica e preferenziale per alcuni

mediatori dell’infiammazione. La Low-Level Laser Therapy (LLLT) inibisce i mediatori catabolici

dell’infiammazione, inibitori per la sintesi di collagene

e la proliferazione cellulare, riduce l’afflusso di neutrofili

a livello del tessuto infiammato e stimola la produzione di

metaboliti antinfiammatori come le ciclossigenasi-1 e 2 (COX- 1, COX-2). La  Low-Level Laser Therapy (LLLT) sembra, inoltre, contribuire alla riduzione dell’edema. Effetto analgesico-antidolorifico.

Il meccanismo alla base dell’effetto antidolorifico della Low-Level Laser Therapy (LLLT) non è stato ancora completamente chiarito e probabilmente è alquanto complesso: una delle ipotesi più accreditate è relativa all’aumento della soglia di nocicezione con blocco neurale, nello specifico con inibizione delle fibre di tipo A e C mediata da alterazione del flusso assonale o da inibizione degli enzimi neurali. Sembra, inoltre, che si abbia un aumento nella produzione di endorfine per variazioni nei recettori per gli oppioidi.

La Low-Level Laser Therapy (LLLT) può anche mimare gli effetti di farmaci antinfiammatori riducendo il livello di prostaglandine-2 e inibendo la COX-2.

La Low-Level Laser Therapy (LLLT) determina la riduzione del dolore acuto e cronico attraverso

un blocco di conduzione e un’alterazione dei nocicettori A-delta e C, con azione a livello del sistema nervoso centrale attraverso la trasmissione ascendente e discendente. Effetti sistemici della Low-Level Laser Therapy (LLLT). Le reazioni primarie alla Low-Level Laser Therapy (LLLT) avvengono nella zona di irradiazione,

ma si ritiene possibile una risposta sistemica secondaria legata al trasporto di fotoprodotti della Low-Level Laser Therapy (LLLT) quali prostaglandine,

encefaline, endorfine, mediata dal sistema emolinfatico e con effetto persistente per diverse ore o settimane.

Questo è il motivo principale per cui risulta importante, nel disegno di studi sperimentali e nell’interpretazione dei risultati, considerare l’applicazione di protocolli che prevedano un controllo interno (per esempio, irradiazione di strutture pari).